Il Laboratorio nelle abilità relazionali - BOLOGNA

Responsabile scientifico: Loredana GAMBERONI

Start

26/05/2018 - 22:00

End

26/05/2018 - 22:00

Address

Via Marco Emilio Lepido, 203/14, 40132 Bologna BO, Italia   View map

Gli ordinamenti didattici dei corsi di laurea delle professioni sanitarie del 2009 a seguito del decreto del MIUR n° 270/2004 regolamentano alcuni aspetti della formazione,ma lasciano ampi spazi di progettazione alle strutture didattiche locali; i vincoli consistono nella determinazione delle tipologie generali di attività didattiche e nella definizione delle quantità minime di CFU da assegnare alle diverse attività, tra queste sono ricompresi i  laboratori.

L’apprendimento e la formazione sul campo sono parte integrante della formazione delle professioni sanitarie,e ancora oggi i formatori si confrontano sulle modalità di acquisizione di quelle definite “practical skills”. Come dissero Peterson e Bechtel nel 2000”(1)Il laboratorio rappresenta una metodologia di insegnamento/apprendimento che consente agli studenti di acquisire “il sapere” attraverso “il fare” nell’orizzonte di un sistema sanitario in continuo,complesso cambiamento e delle costanti modifiche dei bisogni di salute dei cittadini”.

Altri autori (2) sottolineano che  Il laboratorio, “quale spazio materiale (e simbolico) in cui intrecciare pensare e fare,teoria e prassi,conoscenze e competenze, disciplinarietà e interdisciplinarietà,lavoro individuale e lavoro di gruppo,linguaggi analogici e digitali,operatività, razionalità analitica e riflessione critica, si connota come luogo strategico di mediazione e raccordo tra le attività d’aula e le attività di tirocinio.

(1) Peterson M.J.,Bechtel G.A. Combining the arts:An applied critical thinking approach in the skills laboratory, in Nursing Connection”13 (2),43-49

(2) Perucca A.(a cura di) Le attività di laboratorio e di tirocinio nella formazione universitaria, vol.1, Armando, Roma, 2004(vol.1,2)

MORE DETAIL

Phone

00000